Visitare Siena

Siena, capoluogo toscano che sorge nel cuore della regione, è una delle città medievali più ricche di arte e storia, tanto che il suo centro storico è stato dichiarato patrimonio dell’umanità UNESCO.



Siena è una città dall'immenso fascino, e camminare nei suoi vicoli è un po’ come viaggiare nel tempo e tornare al Medioevo.

Da secoli il centro della vita è sicuramente Piazza del Campo, una delle piazze più famose e belle del mondo, con la sua originalissima e caratteristica forma a conchiglia divisa a 9 spicchi: da sempre è stata il punto di raccolta dei senesi durante importanti momenti politici, feste varie e giostre. La sua leggera pendenza la rende ancora più caratteristica, mentre le imponenti facciate dei palazzi nobiliari che la circondano, come Palazzo Chigi-Zondadari, Palazzo Sansedoni o Palazzo d’Elci, sembrano quasi proteggerla e la rendono ancor più bella.

In alto nella Piazza si trova la bellissima Fonte Gaia, prima fonte pubblica cittadina di fine Trecento. Ma a dominare Piazza del Campo è certamente il famoso Palazzo Pubblico di Siena, simbolo per eccellenza del potere politico di Siena, costruito tra il 1298 e il 1310 dal governo della Repubblica di Siena come sede del Governo dei Nove, durante il periodo di massimo splendore economico e culturale della città. Considerato uno dei più bei palazzi pubblici d’Italia, è da sempre ammirato per la sua maestosità e magnificenza. Oggi è sede dell'amministrazione comunale e del Museo civico di Siena, ed ospita molti capolavori d’arte firmati da Simone Martini, Sodoma, Duccio di Boninsegna e Ambrogio Lorenzetti. A fianco del Palazzo Pubblico spicca la Torre del Mangia, torre campanaria del palazzo Comunale. Questa è tra le torri antiche italiane più alte con i suoi 88 metri, e dall’alto dei suoi ultimi merli la vista è ineguagliabile. Ai suoi piedi sorge la cappella di Piazza, lo splendido tabernacolo marmoreo edificato nel 1352 da Domenico d’Agostino e Giovanni di Cecco come ringraziamento per la fine dell’epidemia di peste che colpì la città in quel periodo.

Uscendo dalla Piazza e camminando per i vicoli cittadini si arriva al Duomo di Siena, un complesso in stile romano-gotico di una bellezza impressionante. Costruito sopra un antico tempio dedicato a Minerva, il Duomo è decorato con blocchi di marmo bianco alternato a sottili strisce nere verdastre. Il suo splendore esterno è arricchito dai tesori che sono ospitati al suo interno: tante le opere firmate da Donatello, Pisano e Michelangelo oltre a molti affreschi del celebre Pinturicchio. Ma sicuramente la particolarità di questo edificio è lo splendido pavimento, tra le più impressionanti opere d’arte mai viste. Oltre 600 anni per realizzarlo: storie incise su marmo,  56 rappresentazioni ad opera di importanti nomi come Francesco di Giorgio, Pinturicchio, il Sassetta, Urbano da Cortona, Domenico Beccafumi o Alessandro Franchi.

Alla destra del Duomo si trova il Museo dell’Opera del Duomo, che raccoglie le opere provenienti dalla Cattedrale stessa tra cui le sculture di Giovanni Pisano, di Donatello, di Jacopo della Quercia, o dipinti di Pietro e Ambrogio Lorenzetti, Sano di Pietro, Matteo di Giovanni e Francesco di Valdambrino. Alle spalle del Duomo si trova il Battistero di San Giovanni, con all’interno la pregevole fonte battesimale realizzata in marmo e bronzo dai migliori scultori dell’epoca, come Donatello, Lorenzo Ghiberti e Jacopo della Quercia.

Passeggiando tra le storiche vie di Siena si incontra la celebre Loggia della Mercanzia, una bella struttura decorata con affreschi e statue costruita nella prima metà del Quattrocento, simbolo del passaggio dall’epoca medievale a quella rinascimentale.

Il più importante museo statale della città è la Pinacoteca nazionale, che ospita una ricca raccolta di opere di scuola senese: da Duccio a Simone Martini, da Sano di Pietro al Sassetta, e ancora Giovanni di Paolo e Francesco di Giorgio Martini.

Tra gli eventi più importanti di Siena c’è sicuramente il celebre Palio, non una semplice manifestazione rievocativa, ma una vera e propria espressione di un’antichissima e radicata tradizione cittadina. Il Palio si svolge in Piazza del Campo due volte all’anno, il 2 luglio e il 16 agosto, ma in città e nelle contrade si vive tutti i giorni, con un’intensa vita sociale ed associativa durante tutto l’anno. Questa manifestazione richiama sempre tanti turisti che riempiono la Piazza si Siena per vedere le contrade sfidarsi in una corsa di cavalli montati a pelo per conquistare l’ambito “cencio”.

 

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per proseguire ti preghiamo di  accettarne l'utilizzo